ATTACCO DI PANICO

Attacco di panico: sintomi e terapia

L’attacco di panico è una profonda sensazione di angoscia e paura, immotivate, che provocano una serie di sintomi, anche fisici. La miglior terapia è quella psicoterapeutica, i farmaci possono aiutare a combattere i sintomi nella fase iniziale.
Attacco di panico: sintomi e terapia.
Sintomi anche fisici.
Tra i sintomi di un attacco di panico: improvvisa paura immotivata, agitazione, tremore, sudorazione, forte accelerazione del battito cardiaco, brividi, dolore al petto, nausea. Al culmine, si può provare il terrore di morire da un momento all’altro. All’attacco può seguire la paura dell’attacco successivo, ansia anticipatoria. Se i sintomi si ripetono, non si tratta più di un caso isolato, ma di un “disturbo da attacco di panico”.
Non è solo ansia.
Il disturbo da attacco di panico è spesso connesso a fasi importanti e stressanti della vita: gli esami universitari, il matrimonio, avere figli, cambiare lavoro. Molte persone sperimentano un caso isolato e questo non deve preoccupare. La caratteristica del disturbo vero e proprio è infatti la paura del ripetersi di un altro attacco, che può portare a incidere profondamente sulla qualità della vita: per esempio si evita di restare soli, di uscire di casa… in casi come questi, è bene rivolgersi a un medico di fiducia.
La terapia più consigliabile per il disturbo da attacco di panico.
Trattare il disturbo soltanto con i farmaci significa affrontare il problema in modo soltanto parziale, sopprimendo solo i sintomi. Meglio affiancare la terapia farmacologica con a una psicoterapia, effettuata da uno specialista, psicologo-psicoterapeuta, che insegna ad acquisire maggiore consapevolezza di se stessi e a mettere in pratica una serie di comportamenti che aiutano ad affrontare e infine risolvere il problema. Molti pazienti beneficiano molto anche della Psicoterapia di gruppo.