LO STRESS. LE TECNICHE AUTOGENE E IL DOPPIO BINARIO DI E. KRETSHMER.

“Un metodo terapeutico – le tecniche autogene e il doppio binario”
 

IL DOPPIO BINARIO DI ERNST KRETSCHMER

 

Questo metodo nasce dal sistema teorico e dalla prassi terapeutica che Ernst Kretschmer propose negli anni cinquanta, che prevede che il paziente sia impegnato sul primo binario ad apprendere il T.A. di base e sul secondo binario ad esplorare la struttura della personalità, le situazioni conflittuali, le problematiche passate o recenti. Fondamentale nel pensiero di questo autore è il concetto di personalità profonda (tiefenperson) ovvero una dimensione psichica di base collegata all’attività neurovegetativa ed ormonale, da cui originano orientamenti e tendenze dove gli elementi psichici e quelli biologico-costituzionali sono tra loro così strettamente integrati da risultare inscindibili. Da questo concetto scaturisce quello di inconscio psicosomatico che possiede quindi una dimensione profonda ai limiti fra i processi fisici e psichici. L’applicazione di questi concetti nella pratica clinica si traduce con un intervento, a doppio binario: quello del binario psicosomatico e quello del binario cognitivo-affettivo.


Lo Sress è un termine mutuato dalla fisica, esprime la pressione, la trazione, la torsione esercitata su un oggetto.