Sadismo Masochismo Psicopatologico

    Affettività e Sessualità nella coppia     SADO-MASOCHISMO  

              
Il termine ‘sadismo’ indica una perversione sessuale in cui il soggetto trae godimento dalla sofferenza che infligge agli altri. Oltre che una perversione, il sadismo può essere anche un tratto del carattere: sadico è infatti chi si compiace del suo essere crudele. Il termine fu introdotto da Krafft-Ebing, che lo derivò dal nome del marchese de Sade

 Il termine ‘masochismo’ indica invece una perversione sessuale in cui il soggetto trae godimento dalla sofferenza che riceve dall’altro. Anche in questo caso ‘masochista’ può essere un tratto del carattere, di persone cioè che si procurano maltrattamenti, umiliazioni e sofferenze. Il termine fu introdotto da Kraft-Ebing che lo derivò dal nome di Leopold von Sacher Masoch, un romanziere austriaco, i cui personaggi traevano piacere erotico da maltrattamenti e umiliazioni.


Oggi l’APA (2000) definisce il sadismo sessuale come un insieme di fantasie e comportamenti che si convertono in azioni reali, in cui la sofferenza fisica o psicologica, inclusa l’umiliazione della vittima, è sessualmente eccitante per il soggetto. Il masochismo sessuale viene descritto come fantasie e comportamenti che si realizzano nell’umiliazione del masochista, che può essere picchiato, legato o fatto soffrire in qualche altro modo.